Ravioli di castagne, salsiccia e noci un piatto tipico della Valle dell’Isarco.

Quando si scende dal Brennero vi sono ben poche altre valli che presentino così tante caratteristiche particolari come la valle dell’Alto Isarco e la Valle dell’Isarco fino a Salorno.

Sia la valle dal Brennero fino a Vipiteno, quanto la parte superiore della valle dell’Isarco fino a Bressanone, sono caratterizzate da pascoli e da terreni coltivati.

L’agricoltura dedicata di conseguenza all’allevamento del bestiame e alla cultura di detti terreni si rispecchia nei loro tipici piatti.

Nei cibi prevalgono i prodotti del latte e diversi tipi di cereali, resi più in delicati con i frutti di bosco che crescono nelle pendici boscose dei monti.

ravioli_di_castagne_salsiccia_e_noci

La Ricetta.

A Bressanone la valle si allarga, qui si raccolgono le castagne e le uve più a nord dell’Alto Adige, impiegate alternativamente e in modo provetto per la preparazione di una grande varietà di dolci.
Al di sotto di Bressanone comincia la valle inferiore dell’Isarco, molto stretta ed in cui solo le pendici laterali consentono dei raccolti. Villandro e Barbiano, conosciuti per le loro dolci castagne, da cui un tempo veniva macinata anche una farina, per risparmiare il prezioso grano o la preziosa segale. Oggi con queste stesse castagne viene preparato un delizioso ripieno per i Krapfen.

Leggi anche:  Ricette per Deliziosi Primi Piatti di Pasqua: Crespelle con ricotta e favette al timo e limone.

Ingredienti.

per 4 persone.

Per la pasta:

200 g di farina 00
50 g di farina di semola
50 g di farina di castagne
1 cucchiaio di olio di oliva
3 uova
sale

Per la farcia e per condire:

120 g di salsiccia
120 g di polpa di maiale a pezzi
60 g di castagne lessate
60 g di gherigli di di noce tritati
1 uova
8 cucchiai di parmigiano grattugiato
salvia
1/2 bicchiere di brodo di carne
80 g di burro
pistilli di zafferano
sale
pepe


Preparazione.

60′

  • Preparate la pasta: versate le farina a fontana sulla spianatoia, rompete al centro le uova, unite l’olio e un pizzico di sale e impastate fino a quando otterete una pasta lisica.
  • Fate una palla , avvolgetela in un foglio di pellicola trasparente e fatela riposare per un’ora a temperatura ambiente.
  • Prepararte la farcia: fate rosolare i pezzi di maiale e la salsicia pelata e sbricciolata in una padella con una noce di burro, unite le castagne, regolate di sale e di pepe e bagnate con il brodo.

Cottura.

30

  • Proseguite la cottura per 15′ poi fate raffredare il composto e passatela al
    mixer, amalgamatemi quindi l’uovo, le noci tritate e due cucchiai di
    parmigliano.
  • Stendete la pasta con il mattarello in una sfoglia sottile e ricavatene dei
    quadrati, possibilmente con un taglia pasta a bordi smerlati.
  • Farcite la metà
    dei quadrati con la farcia preparata e chiudete con il resto dei quadrati;
    premete bene i bordi per sigillarli.
  • Disponete man mano i ravioli su un
    vassoio foderato con carta da forno per evitare che si attacchino.
  • In una
    pentola portate a ebollizione abbondante acqua e quando bolle,salatela;
    tuffatevi i ravioli e lessateli al dente.
  • In una padella fate fondere il
    resto del burro con la salvia.
  • Scolate i ravioli con un mestolo forato e
    trasferi­teli nella padella con il burro spumeggiante; profumateli con i
    pistilli di zaffe­rano, spolverizzateli con il parmigiano rimanente e
    portateli subito in tavola.

 Quanto nutre una porzione.

631 calorie

Precedente Strozzapreti con pesto calabrese e pomodorini, ricetta caratteristica dell'intera Italia Centrale. Successivo Ingredienti e consigli per preparare squisite tagliatelle al nero con seppioline e fagiolini.

Lascia un commento

*