Le orecchiette piccanti sono un piatto tradizionale pugliese rustico adatto per un pranzo autunnale.

In termine dialettale barese sono “L strasc’nat”, termine che nasce proprio dal metodo di creazione con cui la pasta prende forma quando viene strascinata sul tavolo di lavoro. A Bari le orecchiette vengono cotte principalmente con le cime di rapa (piatto tipico particolare), con i cavolfiori, broccoli e altre verdure, particolari sono anche le orecchiette al ragù rosso.

Con i piatti baresi cambia la dimensione delle orecchiette, sono preferibili più grandi quelle cotte con le verdure e molto più piccole quelle cotte con il ragù a sua volta tipico piatto domenicale sulle tavole baresi . Nel tarantino e in Valle d’Itria è ancora in uso il sinonimo “chiancarelle” o “recchjetedd”, “fiaffioli” o “Facilletti”. A Latiano invece vi è la sagra degli stacchioddi (altro nome per indicare le orecchiette).

Le orecchiette piccanti sono un piatto tradizionale pugliese rustico adatto per un pranzo autunnale.

La Ricetta.

Le orecchiette oggi sono un tipo di pasta tipico della regione Puglia, la cui forma è approssimativamente quella di piccole orecchie, da cui deriva appunto il nome. Vennero diffuse in Puglia tra il XII e il XIII secolo a partire dal Capoluogo Barese ove tutt’oggi resta uno dei primi piatti più prelibati della città.

Leggi anche:  La ricetta per preparare deliziosi ravioli al salmone con un tocco di originalità e fantasia.

Ingredienti.

per 4 persone.

orecchiette g 280
un piccolo trancio di salmone fresco pulito di pel­le e scarti, g 250
zucchine g 250
un vasetto di pàté di olive
burro
vino bianco secco
olio d’oliva
sale


Preparazione.

30

  • Saltare in padella, con poco olio caldo, le zucchine e il salmone, tutto ridotto a pezzettini.

 

Cottura.

30

  • Sfumare con un dito di vino bianco, salare, quindi trasferire nel condimento le orecchiette cotte al dente.
  • Farle insaporire con l’aggiunta di una noce di burro e al­cune cucchiaiate di pàté di olive.
  • Mescolare e servire subito caldo.

 

Consigli pratici.

Le orecchiette piccanti sono un piatto tradizionale e rustico adatto per un pranzo autunnale.

Vini consigliati.

Storia archeologia e leggende si intrecciano per raccontare la piacevolezza di questo vino che addirittura veniva richiesto come forma di pagamento

Assaporando l’Orvieto di Trappolini si percepiscono soprattutto i gusti più dolci e aromatici della frutta gialla e della salvia e, solo in seguito, quelli più decisi e lievemente amari della foglia di basilico e delle mandorle.

La morbidezza del vino e il suo grande equilibrio reggono perfettamente la piccantezza delle orechiette senza rilasciare in bocca note acide o amare, mitigando solamente la pungenza del peperoncino e rendendo ogni boccone più piacevole e persistente nel gusto.

Altre ricette che ti potrebbero interessare

Leggi anche:  Come preparare una squisita sfogliatina ai porcini e pancetta all'aglio.
Precedente Gli gnocchi alla romana sono un primo piatto di origine laziale entrato nella cucina internazionale. Successivo La ricetta per preparare deliziosi ravioli al salmone con un tocco di originalità e fantasia.

2 commenti su “Le orecchiette piccanti sono un piatto tradizionale pugliese rustico adatto per un pranzo autunnale.

Lascia un commento

*